Quanto corrono i giocatori di tennis?

96
tennis

Il tennis è uno degli sport più amati del mondo. È una disciplina praticata in ogni parte del Pianeta, in grado di attirare un ampio numero di spettatori per ogni match dei propri giocatori preferiti.

Si tratta altresì di una disciplina sportiva tra le più gettonate dai lettori di bookmakersaamsaconfronto.com, così come una di quelle che negli ultimi anni ha denotato il maggior tasso di crescita dei giovani iscritti ai club sportivi.

Ma quanto si corre nel tennis?

Corsa nel tennis: molto dipende dallo stile di gioco

Una ricerca condotta da IBM e SI ha tracciato per diverso tempo diversi dati statistici sui giocatori di tennis professionisti, scoprendo che il numero di chilometri percorsi in ogni match dipende essenzialmente dallo stile di gioco.

Per esempio, uno dei più noti “maratoneti” è stato David Ferrer: nel 2015 percorse ben 10 km in soli tre turni del torneo. Una cifra ragguardevole, considerato che il campo da tennis è molto piccolo rispetto a quello di altri sport come il calcio. Nello stesso anno preso come campione per il proprio studio, le società di analisi rilevarono come un campione come Novak Djokovic, che pure ha un’ottima mobilità sul campo da tennis, aveva in realtà percorso meno della metà di quella distanza nei primi tre turni del torneo, non arrivando a 5.000 metri.

La differenza principale tra Ferrer e Djokovic l’ha fatta il posizionamento sul campo. Djokovic tende infatti a giocare molto vicino alla linea di base, mentre Ferrer tende a giocare più indietro.

Naturalmente, molto dipende anche dalla lunghezza delle partite. Djokovic è infatti stato in grado di chiudere i match prima di Ferrer, che invece ha spinto i set per le lunghe.

E nel tennis femminile?

Lo stesso anno fu fatta la medesima ricerca nel tennis femminile WTA, questa volta agli US Open. Ebbene, fu scoperto che Caroline Wozniacki corse più del doppio di Serena Williams, con una differenza di 9,7 km contro 4,5 km per arrivare in finale. Quindi, arrivati in finale, Williams riuscì a superare Wozniacki, avendo la melgio sulla rivale.

Tuttavia, Wozniacki ha sicuramente messo a frutto questa esperienza per correre, qualche mese dopo, la maratona di New York in un ottimo 3 ore e 26 minuti.

I tennisti amatoriali

Fin qui, alcune prestazioni da parte dei “pro”. Ma che dire dei tennisti amatoriali?

Nel 2020 Fibit ha affermato che secondo i dati ottenuti dai propri utenti un’ora in singolo determina diverse migliaia di passi e, nelle partite più intensive, anche il raggiungimento della totalità dei passi consigliati per una buona salute giornaliera (8.000).

In ogni caso, a causa dell’alta intensità di questo sport, giocare qualche partita aiuterà la tua capacità cardio. Si tratta infatti di una disciplina molto intensa e più completa della sola corsa, considerato che non solamente si procederà con il compimento di movimenti frontali e posteriori, tipici del camminare, bensì anche laterali.

Ciò premesso, è sempre bene alternare le attività cardio con quelle di resistenza e rafforzamento delle strutture muscolari, considerato che nel tennis le gambe subiscono un duro colpo e questo potrebbe causare delle lesioni, soprattutto ai polpacci e ai tendini del ginocchio.