Formula 1, ora la Ferrari è favorita

119
charles leclerc

Le prime due gare del campionato di Formula 1 hanno fornito alcuni interessanti spunti, decretando come la Ferrari sia dopo tanto tempo la scuderia più gettonata per la vittoria finale, e proponendo un duello Leclerc – Verstappen che non dovrebbe far rimpiangere quello Hamilton – Verstappen dello scorso anno. Sono i due talenti di Ferrari e Red Bull, d’altronde, i migliori della loro generazione. E, probabilmente, anche i piloti che si contenderanno il titolo a fine stagione.

Leclerc – Verstappen, un binomio che ci terrà compagnia a lungo

Che Leclerc e Verstappen fossero due punti di riferimento per la generazione di piloti non era certo una incognita, come peraltro ben dimostrato dalle quote presenti su www.onlinebookmakers.bet, che ciclicamente ripropongono i più papabili protagonisti della stagione. Quel che semmai era un elemento incerto era il “quando” i due sarebbero arrivati a duellare per il titolo che conta.

Ebbene, quel momento sembra essere finalmente giunto, considerato che le prime due gare del campionato hanno decretato il monegasco e l’olandese come i due preferiti dagli esperti di settore per conquistare il primo posto nella nuova stagione. Un successo a testa, tanti sorpassi e duelli che non faranno certamente rimpiangere i migliori momenti dei precedenti anni (anzi).

Un rapporto di stima reciproca

Peraltro, poco sembra essere comparabile tra il duello Verstappen – Hamilton della scorsa stagione, e quello con il ferrarista di questa. Il rapporto tra i due piloti è infatti molto positivo, di stima reciproca, come dimostra il pollice di saluto nel giro di rientro che Charles ha rivolto a Max per complimentarsi della vittoria, il quale ha poi ricambiato sia in pista che in parco chiuso, dove i due si sono scambiati i reciproci complimenti per la gara.

Naturalmente, nessun analista è in grado di immaginare che questo rapporto idilliaco possa durare ancora a lungo, soprattutto se i due finiranno con il contendere il titolo più prestigioso. Insomma, con il passare delle settimane, dei duelli e delle sportellate, è molto probabile che anche questa relazione possa deteriorarsi.

La classifica

Ciò premesso, al termine delle prime due gare qualche informazione utile sembra essere già emersa. Leclerc (45 punti) e Sainz (33) guidano la classifica davanti alla Red Bull di Verstappen (25) e alle due Mercedes di Russell (22) e del 7 volte campione del mondo Hamilton (16). Alle spalle dei cinque di testa la Alpine di Ocon (14) e l’altra Red Bull di Perez (12), insieme alla Haas di Magnussen (12).

Dunque, uno spunto non casuale delle Ferrari in testa alla classifica del mondiale piloti e costruttori, che ben fa sperare per i prossimi turni. Certo è che al termine della competizione mancano ancora 20 gare (sarebbero state 21 se non fosse stato annullato il GP russo), e che dunque è ben presto per saltare a conclusioni.

Tuttavia, rispetto alle delusioni degli ultimi anni i ferraristi sembrano poter guardare con maggiore ottimismo alla stagione 2022. Una stagione che potrebbe concludersi nel modo che, per scaramanzia, nessun fan del Cavallino Rampante sembra ancora voler pronunciare…