Puglia, la passione per il gioco non si spegne

232
gaming online

In Puglia la passione per il gioco, il passatempo e il gaming online non sembra essersi assopita

Nel corso degli ultimi anni e – anzi – nei tempi più recenti si è drasticamente rinsaldata, complice l’avvento e lo sviluppo degli operatori che propongono soluzioni che consentono dunque a tutti gli utenti interessati di poter trascorrere un po’ di tempo in divertimento.

E così, grazie a un fenomeno in continua crescita, si scopre che la Puglia è al quinto posto in Italia (dopo Lombardia, Campania, Veneto e Toscana) tra le regioni in cui si gioca di più, complice una raccolta di 4,6 miliardi di euro.

Dove giocano i pugliesi

Per quanto concerne i giochi preferiti dai cittadini della regione, in cima ci sono le già rammentate slot machine e le VLT, che svolgono un ruolo di chiara leadership nei giochi, assorbendo più del 50% della raccolta totale. Si noti come questo importante volume di giocata sia oggi giorno sempre più concentrato nell’offerta online, che permette di replicare le stesse emozioni e sensazioni delle slot da bar, ma con la comodità, la sicurezza e la privacy che solamente la propria casa possono offrire.

Le scommesse a quota fissa

Oltre alle slot, i cittadini pugliesi non sembrano aver dimenticato la propria passione nei confronti delle scommesse a quota fissa e, in esse, a quelle sportive. Non stupisce dunque che secondo le ultime statistiche condotte dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli nel corso dell’ultimo anno la regione si sia piazzata al quarto posto dietro Lombardia, Campania e Lazio.

Dove si gioca di più in Puglia

Scendendo poi in un livello di analisi territoriale più dettagliato, rileviamo come tra le principali città della Puglia sia Bari la realtà regionale in cui si spende di più per i giochi, con un volume di raccolta pari a quasi 480 milioni di euro.

Alle spalle di Bari troviamo – distanziata di poco – la città di Taranto, con una raccolta complessiva pari a quasi 280 milioni di euro, mentre appare essere più distanziato il terzo gradino del podio, occupato da Lecce, con 217 milioni di euro. Tuttavia, è proprio a Lecce che si trova la spesa pro capite più alta: qui ogni cittadino spende in media più di 2.000 euro l’anno per i giochi.

Sempre scorrendo la classifica delle città pugliesi con il maggiore volume di raccolta per i giochi, troviamo Foggia con quasi 140 milioni di euro, davanti a Barletta con 122 milioni di euro, Andria con 120 milioni di euro, Trani con 118 milioni di euro e Brindisi con 105 milioni di euro.

Il gioco online in Puglia

Chiarito quanto sopra, non possiamo che ritornare brevemente sull’evidenza che, oggi, il gioco online in Puglia stia godendo di un periodo di fortissimo sviluppo. Le ultime statistiche ufficiali ADM ci dicono che nella regione la spesa complessiva per il gioco a distanza è di quasi 2 miliardi di euro, e che di questo importante volume circa due terzi è relativo alla spesa effettuata dai cittadini della regione nelle sale da gioco virtuali.

Dalle slot machine al poker, dal blackjack alle roulette, sono d’altronde tantissime le opportunità di svago che i cittadini pugliesi possono riservarsi con lo smartphone o con il pc connesso alla rete. Peraltro, si noti come anche se la popolazione dei giocatori pugliesi sia composta per circa i tre quarti da uomini, stia crescendo l’apprezzamento anche da parte delle donne, che evidentemente non disdegnano di avvicinarsi al mondo del gioco grazie alle piattaforme online, che possono cimentarsi nelle slot e negli altri applicativi di intrattenimento con maggiore sicurezza e riservatezza.