Come diventare un nomade digitale e scegliere le migliori destinazioni

0
133
nomade digitale

Lavorare viaggiando: ecco come significa essere un nomade digitale.

Il lavoro più bello del mondo a detta di molti millennials. I vantaggi del nomadismo digitale sono fondamentale due: lavorare da remoto (in qualsiasi location si desidera nel mondo) e non avere l’obbligo di presentarsi in ufficio. Un lavoro che profuma di libertà. Devi guardare il mondo con occhi nuovi e dimenticare l’ottica del lavoro in ufficio a tempo indeterminato. Per fare questo lavoro servono una grande fantasia e creatività, ma anche tanta determinazione e coraggio. Non è da tutti. Il nomade digitale è una figura che ha la passione di scrivere, ma anche una profonda conoscenza di Internet e del suo mare magnum di blog, siti, e-commerce e giornali online.        

Cosa significa essere un nomade digitale?

Sicuramente questo è il secolo dei nomadi digitali. La facilità d’accesso a Internet da remoto anche a migliaia di chilometri da casa rende possibile uno stile di vita itinerante, flessibile dove è possibile lavorare e viaggiare contemporaneamente e senza problemi. Si tratta di uno stile di vita decisamente accattivante ed è il sogno di tutti i giovani di oggi.   I nomadi digitali sono persone che voglio lavorare dovunque in qualsiasi location e senza rinunciare a viaggiare in giro per il mondo. Servono solo un pc portabile e una connessione Internet. Non vanno assolutamente confusi con chi viaggia in zaino in spalla all’avventura. I nomadi viaggiano “lentamente”, si ferma a vivere con la gente del posto e lavorano realmente (non sono in vacanza). Le città ideali sono Berlino, Chiang Mai e Medellin, ma anche la California in generale e l’Africa sono ambite dai nomadi digitali.

5 lavori per diventare nomade digitale

Capito che vuoi diventare un nomade digitale che lavoro devi svolgere per lavorare e viaggiare in giro per il mondo?

  • Web editor: consiste nello scrivere contenuti e testi per i blog e i siti web. I tuoi clienti sono persone o aziende che hanno siti web e necessitano di articoli di vario genere. Non essendo richiesta alcuna formazione, si può partire da zero e senza titoli (lauree o Master), ma c’è molta competizione.
  • Graphic designer: colui che produce grafiche, loghi, banner e tanto altro.
  • Traduttore: consigliato a chi ha una Laurea in lingue orientali o europee.  Per tradurre non hai necessità di recarti in un ufficio.
  • Social Media Manager: consiste nel gestire profili social per conto di un’azienda, un brand, un privato o un personaggio pubblico.             

Travel blogger: racconta di luoghi ed esperienze. Attenzione: non è il travel blogger a scegliere le destinazioni.