Certezze Juve e Napoli, flop Inter e dubbi capitolini: come cambiano i favori degli esperti

0
432
metodi di scommesse sul calcio

Al termine dei primi due turni di Serie A, sono poche le certezze concesse dai 180 minuti d’esordio del massimo campionato di calcio italiano. Due di queste sono, tuttavia, le presenze di Juventus e Napoli in testa alla classifica: pur con diverse prestazioni e avversari, le squadre che ci hanno fatto appassionare nella Serie A 2017/18 sembrano avere tutte le carte in regola per poter rinnovare il duello anche nel nuovo campionato, con alterni auspici. Ma come sono cambiati i favori degli esperti dopo le prime due gare?

Il flop maggiore sembra essere l’Inter. Presentata come l’anti-Juve, in realtà la squadra di Spalletti ha visto vanificare le proprie buone speranze in pochissimi minuti. Sono infatti bastati i colpi subiti a Sassuolo e il pari interno contro il Torino per poter spegnere le poche sicurezze evidentemente accumulate in Estate da Icardi e i suoi. Certo, 180 minuti sono troppo pochi per una squadra “pazza” come l’Inter per poter delineare la propria stagione, ma l’inizio non è dei più confortanti, anche alla luce di qualche malumore già emerso nello spogliatoio, e di qualche dichiarazione della guida tecnica che non lascia presagire niente di rassicurante per il futuro a breve termine.

Dubbi evidenti sono poi inerenti la sfera capitolina. La Lazio, che ben aveva figurato lo scorso anno, tanto da perdere la Champions League solamente all’ultima giornata, ha collezionato 0 punti nelle prime due gare. Merito anche degli avversari – Juventus e Napoli, non certamente le squadre più malleabili da affrontare. Per quanto invece riguarda la Roma, i 4 punti finora collezionati dai giallorossi sono frutto di due gare sofferte, in cui gli uomini di Di Francesco hanno manifestato ottime potenzialità e qualche pecca. Insomma, due “rimandate” che però dovrebbero confermare la propria presenza in area Champions alla fine della stagione. Per quanto attiene le altre, prestazioni piuttosto confortanti sono state fornite dalla Spal (6 punti), dal Sassuolo (4 punti) e la Fiorentina (3 punti, ma una partita da recuperare).

A margine di ciò, non sono cambiate le quote dei bookmakers per i principali indiziati per la vittoria finale del campionato, con Juventus e Napoli che possono vantare quelle più basse. I bianconeri, in attesa dei primi gol di Cristiano Ronaldo, sono di gran lunga i favoriti, ma attenzione al team di Ancelotti: una garanzia di credibilità per poter arrivare fino in fondo cullando sogni di grandezza. Evidentemente ridimensionate le quote dell’Inter: i primi due passi falsi contro Sassuolo e Torino hanno lasciato l’amaro in bocca agli scommettitori, che ora guardano le quote per la vittoria del campionato da parte di Spalletti elevarsi in maniera notevole.

Come ogni anno, molto potrebbe tuttavia cambiare ancora nelle prossime giornate, fino a un tradizionale consolidamento dopo l’elezione del campione d’inverno: un appuntamento al quale mancano ancora tantissimi turni, in grado di rivoluzionare ancora una volta il quadro delle quote dei principali bookmakers.