Viaggiare da soli: ecco perché è un’esperienza consigliata quest’estate

0
20
Viaggiare da soli

Viaggiare da soli è un’esperienza unica da provare almeno una volta nella propria vita. Perché non farlo proprio quest’estate? E’ un’opportunità per tutti, non solo chi è single. Si tratta di un’esperienza che fortifica, ci fa capire le nostre possibilità e i nostri limiti. Viaggiare in solitaria è un’esperienza di viaggio appagante e libera da compromessi. Ideale per chi vuole allargare i propri orizzonti di amicizie e chi ha bisogno di stare un po’ da solo con sé stesso. Non dimentichiamoci che siamo al tempo del Covid-19, la solitudine e la rinuncia a stare con gli altri a causa del lockdown durato 3 lunghi mesi ci ha insegnato l’importanza di imparare a stare soli con noi stessi e cavarcela senza contare su nessuno. Perché è consigliato viaggiare in solitaria? Scopriamolo insieme.

I motivi per cui è un’esperienza a cui non rinunciare

E’ un’esperienza che può spaventare, ma è da provare almeno una volta nella vita. Basta scegliere la meta, valutare il budget ed organizzarsi l’itinerario, portando con sé una macchina fotografica magari una Polaroid per immortalare tutti i momenti più belli da ricordare e tutti i più bei luoghi da mostrare poi alle amiche a ritorno. Si tratta di un importante momento di crescita personale: sei tu a decidere dove dormire, dove mangiare, cosa visitare. Non devi dar conto a nessuno e non devi trovare un compromesso. Assapori fino in fondo il profumo della libertà. Certo partire da soli spaventa. C’è chi ha paura di prendere da solo l’aereo, chi ha paura di trovarsi da solo in una situazione di pericolo e chi soffre proprio di solitudine. C’è anche chi ha paure legate alla lingua e alla mancanza di comprensione in un paese straniero. Pensare al peggio è un meccanismo di difesa del nostro cervello che cerca di limitare i danni. La prima cosa da considerare è la scelta della meta. Quale preferire? Scopriamolo insieme.

Come scegliere la meta

Invece di lanciarsi subito all’estero e in paesi di lingua straniera, per provare un viaggio in solitaria l’ideale è restare in Italia. Sicuramente si ha la piena libertà di scelta non dovendone discutere con nessuno. Bisogna considerare le proprie passioni ed interessi e che tipo di esperienza si cerca. Cerchi il divertimento? Cerchi relax? Oppure cerchi un’esperienza di tipo artistico culturale? Valigia o zaino in spalla? Dipende da che viaggiatore sei. Lo zaino è più comodo per chi prevedere di spostarsi. Se invece resti sempre nello stesso luogo puoi portare il comodo trolley a mano.