Samsung Galaxy Note 4, lo SmartPhone dell’ anno

0
705
Galaxy Note 4

Potrebbe essere davvero lo SmartPhone più rivoluzionario del 2014 e lanciare dei nuovi, altissimi, standard per i “telefoni intelligenti” che compariranno sugli scaffali dei negozi nei prossimi mesi. Si tratta del Samsung Galaxy Note 4, che verrà presentato ufficialmente all’IFA di Berlino che si terrà tra il 5 e il 12 settembre prossimo, e di cui sarà il protagonista assoluto.

La gamma dei Galaxy Note ha contribuito in maniera determinante nel creare un nuovo mercato, quello dei Phablet, ovvero dei cellulari dalle dimensioni di poco inferiori rispetto a quelle di un tablet (non a caso Phablet è la crasi tra le parole “Phone” e “tablet”), un mercato che in poco tempo si è confuso con quello degli smartphone, visto che il successo ottenuto già dal primo Galaxy Note ha convinto che le dimensioni contano eccome per gli utenti! Ora il Samsung Galaxy Note 4 potrebbe far virare nuovamente la rotta agli smartphone conducendoli, finalmente, nella direzione dei display flessibili, di cui si parla ormai da diversi mesi.

Samsung Galaxy Note 4: display flessibili Sì o No?

I rumors negli ultimi giorni si fanno sempre più insistenti: il display flessibile ci sarà. Nonostante le numerose perplessità degli analisti del settore, che ritenevano impossibile che la corporation nord coreana avesse inserito, tra le innumerevoli novità di cui si vocifera, anche questo update, le voci si rincorrono e sembrano non lasciare adito a dubbi: il display flessibile ci sarà. A confermare il rumor, c’è la richiesta ad opera della stessa Samsung dell’incremento della produzione di oltre il 50% dei famosi pannelli YOUM che conferiscono la flessibilità ai display di prossima generazione. Sarà probabile, inoltre, che ci saranno due versioni del Samsung Galaxy Note 4, una con display tradizionale e più economica, e l’altra, più costosa, con il display flessibile.

Non solo display flessibile: le caratteristiche software del Note 4

Il nuovo Note è un Phablet che sembra essere davvero in grado di regalarci delle autentiche soddisfazioni, e il display flessibile è solo la punta dell’iceberg delle novità di quello che, sempre basandoci sui rumors, sarà un autentico gioiellino della tecnologia. Molto interessanti, infatti, le caratteristiche software. A rivelarli, l’autorevole @evleaks, che ha anticipato la presenza dell’intero comparto relativo al fitness, sullo stile del Galaxy S5. L’apk “S Studio WQHD K”, invece, ci conferma la presenza del display QHD. Due applicazioni svelate da @evleaks, miglioreranno sensibilmente il rapporto con la fotocamera degli utenti: una relativa all’autofocus e l’altra relativa agli ormai celebri “selfie”.

Sarà molto utile il comparto software unito a quello che sarà un nuovo sensore presente sulla quarta generazione di Note, il sensore UV, che unito ai software dell’ S-Healt, aiuterà gli utenti a limitare sensibilmente i danni del sole. Con il sensore sarà possibile misurare i raggi ultravioletti per verificare quando è bene evitare l’esposizione, proteggendo la pelle dell’invecchiamento e dai tumori. La versione di Android che dovrebbe montare questo vero e proprio SUV degli smartphone, è Android 4.5 Lollypop.

Ulteriori caratteristiche: processore display e impermeabilità

Per completare la presentazione su quello che potrebbe essere il prossimo terminale portabandiera di Samsung, vediamo le altre caratteristiche. Il display si assesta sulle dimensioni di 5.7 pollici, diminuendo ancora la cornice, con risoluzione da 2560 x 1440 pixel, con densità da 500+ ppi. Il processore sarà ancora una volta in due varianti uno per la versione economica (quella con il display non flessibile), e l’altro per la versione più costosa.

Il primo avrà un Qualcomm Snapdragon 805 con frequenza da 2.4 Ghz con Adreno 420, il secondo invece, naturalmente avrà una potenza maggiore, con processore octa core Exynos 5433, con unità grafica Arm Mali-T760. La Ram sarà da 3 Giga ed avrà architettura a 64 bit. Il terminale sarà impermeabile, sulla falsariga dei fratelli maggiori della serie “S”.