Premier League, chi è il vero favorito per il titolo?

0
26
bandiera chelsea

I bookmaker stranieri non sembrano avere dubbi: il Chelsea è la sorpresa positiva di questo inizio di stagione, e sempre più persone pensano che la Sarri-mania possa portare il titolo in casa londinese. Certo, questo non basta per poter rendere i blues favoriti per la vittoria della Premier League, ma se le cose dovessero continuare così, chiunque è autorizzato a sognare in grande.

La classifica parla d’altronde di una Premier League molto equilibrata. Dopo 8 giornate dall’inizio della stagione, 3 squadre sono in testa a 20 punti, imbattute (Manchester City, Chelsea e Liverpool), due seguono a 18 punti (Arsenal e Tottenham), mentre il Manchester United, faticosamente, cerca di non perdere troppo terreno a 13 punti. Ma come si traduce tutto questo nelle quote dei bookmakers?

Riprendiamo quanto abbiamo sopra anticipato. Dopo 8 giornate di Premier League, superando uno scetticismo iniziale, Maurizio Sarri è l’uomo più in vista del massimo campionato inglese. Merito del suo Chelsea, che diverte e che ha raggiunto nell’ultimo turno, a 20 punti, sia il Manchester City che il Liverpool, bloccate sullo 0-0 nello scontro diretto.

Con tale movimento in avanti non solamente Sarri e il Chelsea recuperano spazio in classifica, ma recuperano anche credibilità agli occhi dei bookmakers, sempre più ottimisti nei confronti delle potenzialità dei blues, sebbene visti ancora un gradino sotto i citizen e i reds. Il Chelsea è ora a 9.00 sul tabellone dei principali bookmakers, al terzo posto nelle preferenze dopo la squadra di Guardiola, che è vista favorita a 1.67 e quella di Klopp, che è invece data a 3.25.

In ogni caso, a stupire non sono le quote in termini assoluti, quanto soprattutto la progressione del miglioramento della quota del Chelsea, in continuo contenimento. A inizio stagione gli uomini di Sarri erano infatti quotati a 17 volte la posta, mentre oggi la quota si è praticamente dimezzata. A stupire negativamente è invece la prestazione del Tottenham, che invece, nonostante tre vittorie consecutive e nonostante un distacco di soli 2 punti dal trio di testa, è quotato a 34.00, molto più in alti rispetto ai 15.00 di inizio stagione. Evidentemente, le prestazioni degli spurs non hanno convinto, e i bookmakers si sono sempre più convinti del fatto che Kane e i suoi non avranno grandi chance nel tenere il ritmo degli altri.

Peraltro, identiche considerazioni possono essere espresse dall’Arsenal, quotato addirittura a 51.00. Ancora peggio va al Manchester United, che paga un inizio non spettacolare e una gestione contestata di Mourinho, con quota a 81.00.

Insomma, a ben vedere, dopo 8 giornate dall’avvio della stagione, i bookmakers sembrano avere le idee molto chiare sul destino che avrà questa Premier League. Il Manchester City e il Liverpool dovrebbero avere la possibilità di conquistare il titolo, con i primi leggermente favoriti sui secondi. Il Chelsea sembra essere l’outsider più accreditato ma, in buona evidenza, di outsider si tratta: difficile, almeno per il momento, pensare che i blues potranno colmare definitivamente il gap.