Candida vaginale: sintomi, cause e rimedi naturali

0
34
Candida vaginale rimedi

La candida vaginale è un’infezione causata da un fungo, la Candida Albicans, che senza dare sintomi rilevanti può infettare il cavo orale, la parte finale dell’intestino e la vagina. Può capitare in seguito a una forte cura antibiotica o per un cattivo uso di detergenti intimi aggressivi o ancora in situazioni di forte stress. Quando l’infezione propaga in modo incontrollato si manifestano perdite intime biancastre, prurito e irritazione o anche sintomi intestinali o della mucosa orale. Ma come riconoscere i sintomi della candida vaginale? Quali sono le cause? Che rimedi naturali si possono usare? Si può prevenire quest’infezione? Scopriamolo insieme.

Cos’è la candida vaginale?

La candida è un fungo che in condizioni normali vive nel nostro corpo sulla cute e nel tratto gastrointestinale. La candidosi non colpisce il sistema riproduttivo, ma il cavo orale, la vagina, l’esofago e l’addome. La maggior parte delle vaginiti è causata dal fungo Candida Albicans che riguarda il 40% delle donne incinte e il 20% delle donne fertili, ma è raro in menopausa. Più di 2/3 delle donne in età fertile hanno avuto almeno un episodio di candidosi nel corso della loro vita. Nel 3% dei casi si trasforma in vaginite ricorrente e diventa una candidosi cronica (con 3 episodi nel corso dell’anno).

Sintomi della candida vaginale

I sintomi di quest’infezione sono facilmente riconoscibili:

  • Prurito
  • Fastidio intimo
  • Bruciore
  • Irritazione vaginale vulvare
  • Perdite biancastre di tipo lattiginoso simili a formaggio cagliato
  • Dolore e bruciore durante i rapporti sessuali
  • Arrossamento della pelle

I sintomi peggiorano nella settimana che precede il ciclo mestruale. I fattori di rischio che provocano quest’infezione sono il diabete, l’uso di antibiotici o cortisonici, la gravidanza, l’uso di indumenti intimi stretti o sintetici o colorati e l’utilizzo di un dispositivo intrauterino.

Come si prende la candida vaginale?

La candida si trasmette attraverso i rapporti sessuali non protetti. Quindi ricordate di usare sempre il preservativo specialmente se si tratta di partner occasionali. Si mischia facilmente anche con l’uso di asciugamani usati da altre persone o biancheria infetta. L’infezione però può esplodere anche in modo spontaneo in seguito ad un abbassamento delle difese immunitarie, un uso prolungato dei farmaci antibiotici o dopo l’uso di pillole anticoncezionali. L’uso di biancheria estremamente stretta, di pizzo, nylon o materiali sintetici e non traspiranti provoca la candida. Meglio preferire biancheria di cotone fresca e di colore bianco. La diagnosi della candida avviene attraverso lo striscio vaginale fatto dal ginecologo. Viene data una terapia antimicotica con lavande vaginali, ovuli vaginali, creme specifiche e compresse (date anche al partner contemporaneamente).