Nasce PHYD: la piattaforma per la formazione avanzata

0
156
intelligenza artificiale

PHYD è stata sviluppata da Adecco Group in collaborazione con
Microsoft che misura l’indice di occupabilità

  • PYHD è la piattaforma digitale dedicata all’orientamento e l’assessment di
    studenti e professionisti, basata sull’intelligenza artificiale di Microsoft e
    parte del progetto Ambizione Italia
  • La prima versione, rilasciata oggi, è prevalentemente dedicata a profili
    del settore ICT e studenti STEM
  • PHYD sarà anche uno spazio urbano, digitale, di scambio e conoscenza nel
    cuore di Milano: per la sua realizzazione The Adecco Group investirà oltre 4
    milioni di euro

Milano, 14 marzo 2019 – È stata presentata oggi PHYD, piattaforma digitale realizzata da The Adecco Group in collaborazione con Microsoft, in grado di aiutare studenti e professionisti a orientarsi nel proprio percorso formativo, professionale e personale, sviluppando nuove competenze e aggiornando quelle già acquisite. PHYD è un’idea sviluppata per colmare lo skill mismatch tra le professionalità richieste dal mercato del lavoro e le competenze dei candidati. Le prime professionalità mappate da PHYD riguarderanno quelle legate alle discipline STEM, dove è più ampio questo mismatch in Italia, ma presto saranno aggiunti nuovi profili occupazionali che richiedono competenze più umanistiche.

La piattaforma, basata sul Cloud Computing e sulle tecnologie di Intelligenza Artificiale di Microsoft, è stata sviluppata in linea con l’obiettivo primario di Ambizione Italia, progetto di ecosistema avviato da Microsoft in collaborazione con partner di rilievo come The Adecco Group, che fa leva sulle opportunità offerte dall’Intelligenza Artificiale e sulla formazione avanzata per accelerare la trasformazione digitale in Italia.

PHYD è in grado di mettere in relazione le competenze delle persone, indentificate attraverso percorsi di valutazione all’avanguardia, i loro obiettivi professionali, i dati di mercato e i requisiti degli annunci di lavoro, generando un indice di occupabilità individuale, vale a dire un valore che indica quanto le competenze hard e soft sono apprezzate e spendibili nel settore di riferimento. A partire dalla mappatura effettuata e dall’indice di occupabilità, PHYD indirizza quindi l’utente verso un programma di corsi volti a consolidare e aggiornare le competenze già acquisite e colmare il gap tra il proprio livello di esperienza e preparazione e quello richiesto dal mercato del lavoro.  

Le prime professionalità mappate da PHYD riguardano quelle legate all’ICT – settore dove lo skills mismatch è tra i più elevati, con una previsione di 135.000 nuovi posti di lavoro creati entro il 2020 che al momento non riescono a essere coperti – come ad esempio figure tecniche e ingegneri informatici, matematici, digital e innovation manager, ma presto saranno aggiunti tutti i profili occupazionali di tutti i settori.  

Nella sua prima versione rilasciata oggi, inoltre, PHYD avrà come primo target di riferimento gli studenti che sono in procinto di entrare nel mondo del lavoro e, tra qualche settimana, potrà mappare anche i percorsi di lavoratori e professionisti in qualsiasi fase della loro carriera che sentano l’esigenza di sviluppare nuove competenze o aggiornare quelle già possedute attraverso nuovi percorsi formativi.

Infine, una volta a regime, la piattaforma sarà in grado di scattare una fotografia dello stato dell’occupabilità delle persone che lavorano in Italia, evidenziando il grado di skill mismatch tra domanda e offerta nel mercato del nostro Paese.

PHYD sarà inoltre anche uno spazio fisico, dotato di tecnologia Microsoft, che sarà aperto alla fine del 2019 nel cuore di Milano e sul quale The Adecco Group investirà oltre 4 milioni di euro. PHYDLAND diventerà un contenitore d’innovazione e ospiterà corsi, workshop, talk ed eventi, con un palinsesto che prevede l’intervento di personalità di spicco, imprenditoriali e manageriali, all’insegna della condivisione di esperienze e conoscenze.

L’indice di occupabilità che PHYD identifica sarà la chiave per l’occupazione del futuro” ha commentato Manlio Ciralli, Chief Sales, Branding & Innovation Officer The Adecco Group Italia e Amministratore Delegato di PHYD. “Con PHYD vogliamo proporci come una guida e un punto di riferimento per le nuove generazioni che si affacciano sul mondo del lavoro e per tutti quei professionisti che intendono ricollocarsi e imprimere una svolta alla propria carriera o accelerarla. È con questo obiettivo che abbiamo deciso di concretizzare la nostra presenza anche in uno spazio fisico a Milano. Non vogliamo solo fornire un servizio ma anche creare un centro di aggregazione sui temi della formazione continua, della valorizzazione del proprio potenziale per una migliore occupabilità”.

 “I leader delle aziende italiane sono sempre più consapevoli del valore dell’AI non solo quale leva di efficienza, ma anche quale alleato per potenziare le capacità delle persone che compongono le rispettive organizzazioni. In questo scenario, fattore determinante per l’accelerazione sono le competenze: il 75% dei leader di azienda in Italia ritiene di aver bisogno di un supporto per aggiornare le proprie skills. Con PHYD e, in generale, con Ambizione Italia, vogliamo rispondere proprio a questo bisogno, aiutando i professionisti già affermati ma anche coloro che iniziano ora ad affacciarsi al mondo del lavoro ad acquisire le giuste competenze per affrontare il cambiamento in corso.” – spiegaBarbara Cominelli, Direttore Marketing & Operations Microsoft. PHYD è Sponsor della Milano Digital Week e sarà co-organizzatore del Closing Party in programma il 16 marzo sera dalle 21.30 alle 3.00 presso BASE in Via Bergognone 34.