Estate 2015: bere troppa acqua fa male alla salute

0
47
bere troppa acqua

Attenzione, con l’arrivo della bella stagione, viene spontaneo bere di più, ma è molto importante sapere che bere troppa acqua fa male alla salute; infatti, bere acqua anche quando non si ha realmente sete e quindi quando ad esempio si è semplicemente accaldati, può avere effetti molto negativi sull’organismo!

Insomma a dispetto del fatto che da sempre bere tanta acqua – precisamente ben 2 litri di acqua al giorno – è risaputo essere uno dei “segreti” per godere di buona salute, ecco nuovi studi a svelare che invece assumere troppa acqua, in realtà, può alterare il benessere dell’organismo. Studi tra i quali in particolare, uno studio inglese, che mette in guardia riguardo ad una vera e propria “dipendenza” cronica da acqua, che vede il soggetto, sentire il bisogno di bere anche solo un sorso, anche quando di fatto non ha davvero sete: un fenomeno, chiamato ”aquaholism”.

Non ci sono quindi solo benefici per il corpo, se si bevono almeno 2 litri di acqua al giorno, grazie ad una ritrovata energia, per via della “depurazione” da tossine e sostanze nocive; ma esiste un vero e proprio rischio, di sviluppare una vera e propria dipendenza da acqua, che sta infatti iniziando a preoccupare gli esperti!

Secondo il professor Mark Whiteley, famoso chirurgo e fondatore della Whiteley Clinic di Londra, bere in modo eccessivo e troppo frequente acqua, infatti annulla di fatto la capacità del cervello di capire e quindi di avvisare, quando viene superato il “limite” consentito dal proprio corpo. Un limite, superato il quale, a causa della cosiddetta ”aquaholism”, l’organismo può andare incontro a disturbi, quali:

• un’eccessiva sudorazione del corpo, che rendere necessaria la rimozione chirurgica delle ghiandole sudoripare;

• l’insonnia: in quanto essendo il livello di liquidi nell’organismo oltre il limite consentito, è resto in pratica inattivo l’ormone ADH;

• l’equilibrio elettrolitico dell’organismo è alterato;

• una “diluizione” eccessiva del sangue, con conseguenze serie, che predispongono l’organismo a malattie cardiovascolari ed alla morte, in quanto viene alterato il ciclo sodio-potassio e lo stato di salute delle cellule cerebrali.

Insomma sull’ ”aquaholism” c’è davvero poco da scherzare; motivo per cui in questa estate 2015, il consiglio è quindi quello di non bere troppa acqua ed in modo eccessivo senza un reale motivo, ma di bere solo quando si ha davvero sete, cercando inoltre se possibile, di alternare l’assunzione di acqua, con altri liquidi, ricchi di elementi preziosi per il corpo, come latte, frullati, frappè o succhi di frutta!