Checco Zalone, incassi da record, ma le critiche piovono

953
checco zalone cinema

Abbiamo conosciuto Checco Zalone come comico della televisione, adesso ha fatto un record di incassi con il suo film “sole a catinelle” che ben poche persone si sarebbero immaginate. Non è da rimanere sorpresi che sono state aspre le critiche per questo suo inaspettato successo. Sembra che la popolazione italiana si sia catapultata a vederlo nelle sale cinematografiche, per il semplice gusto di fare due risate.

A chi può aver dato fastidio la vittoria di un po’ di semplice e sana risata? Probabilmente agli stessi che in passato ha dato fastidio il successo di De Sica o di Verdone. Quelli che la comicità schietta e popolana da fastidio. Le sale cinematografiche si sono affollate e il ragazzone ignorante (solo nella finzione) ha saputo conquistare una buona fetta della popolazione.

Ma qui viene da chiedersi: alla critica da fastidio Zalone o piuttosto le persone che lo vanno a vedere? La critica sembra rivolgersi al mancato gusto degli italiani verso la sana cultura. Quello che domandiamo a chi espone questi giudizi aspri è: un appassionato dei film d’autore, dell’arte e di tutto ciò che ne può mostrare una sfumatura colorita, non può divertirsi e godere di un semplice film comico capace di intrattenere poco meno di due ore? Il successo di Checco Zalone, nel suo genere simpatico e ironico, è stato più che meritato.