San Gregorio Armeno: la via dei presepi

259
san gregorio armeno

Nel cuore del centro storico di Napoli, tra Via dei Tribunali e Spaccanapoli, è situata San Gregorio Armeno, conosciuta anche come via San Liguoro o Strada Nostriana, risalente ad epoca greco-romana. In questo posto si respira sempre aria natalizia: questa via è infatti famosa per le innumerevoli botteghe dei maestri presepiali di Napoli.

Scopri tutti i segreti di questo luogo magico affidandoti ai servizi di transfert privato a Napoli o tour personalizzati, i quali ti permetteranno di vivere al meglio quest’esperienza unica a seconda delle tue esigenze.

San Gregorio Armeno: la fusione tra storia e mito

San Gregorio Armeno è il luogo in cui tradizione, storia e mito si intrecciano per dare vita al fascino e alla bellezza di questa strada. Gli artigiani espongono nelle loro botteghe il risultato della loro passione per l’arte presepiale: qui potrai ammirare le innumerevoli statuette fatte interamente a mano che raffigurano sia i personaggi del presepio napoletano, sia personaggi famosi, politici, sportivi ecc.

Sembra esserci un filo che collega l’attuale identità di questa stradina e l’arte presepiale napoletana all’età romana: infatti, San Gregorio Armeno ospitava il tempio romano della dea Cerere, dea della terra e della fertilità, alla quale il popolo offriva in dono delle statuine in terracotta, fabbricate nelle botteghe della zona.

La stradina partenopea durante il XV secolo fu denominata Strada Nostriana, in onore dell’allora vescovo Nostriano che durante il suo vescovato a Napoli fece innalzare proprio in quella via il primo ospedale per i poveri.

Il nome attuale iniziò ad essere usato per identificare la stradina solo qualche secolo dopo, in memoria del patriarca di Armenia, San Gregorio, le cui reliquie vennero portate da alcune monache intorno al X secolo nell’omonima Chiesa che sorge nella strada dei presepi.

San Gregorio Armeno: il complesso religioso

Oltre a farsi trasportare dalla magia dell’arte presepiale, in via San Gregorio Armeno è possibile visitare uno dei capolavori dell’architettura napoletana: il complesso religioso di San Gregorio Armeno, intorno al quale esistono diverse leggende.

Alcune leggende sostengono che la chiesa era stata costruita intorno al 930 per volere di Sant’Elena, madre dell’imperatore Costantino, sulle rovine del tempio della dea Cerere.

Altre ipotesi attribuiscono il merito alle monache di San Basilio: si narra, infatti, che quest’ultime trasportavano le spoglie del patriarca di Armenia guidate da Santa Patrizia da Costantinopoli. Durante la processione, le due giovenche bianche che trainavano il carro funebre del defunto San Gregorio si arrestarono di colpo nel punto in cui sarebbe poi sorto il monastero.

L’evento fu interpretato come volontà della Santa di Costantinopoli, infatti la Chiesa di cui stiamo parlando è anche nota con il nome di Santa Patrizia e le spoglie della santa furono trasferite proprio a San Gregorio Armeno.

Il monastero si sviluppa intorno al chiostro, il quale ospita una magnifica fontana in stile barocco. Sul chiostro affacciano le stanze private delle monache, la farmacia, la cucina e il salotto della badessa, caratterizzato da diverse decorazioni in stile rococò.

Durante i secoli il complesso religioso ha subito diverse modifiche strutturali e decorative, interpretando sempre meglio lo stile barocco napoletano.

San Gregorio Armeno: consigli e informazioni

Durante il periodo natalizio, passeggiare tra le botteghe di San Gregorio Armeno è tra le cose più caratteristiche da fare a Napoli. In questo periodo potrai trovare una maggiore varietà di esposizioni, dai pastori alle statuette di celebrità attuali e opere d’arte tradizionali, ma troverai di certo anche molta più folla.

Passeggiare a San Gregorio Armeno durante il resto dell’anno ti consentirà invece di osservare con più calma le diverse opere d’arte e i maestri artigiani a lavoro. Di quest’ultimi ricordiamo le famiglie Di Virgilio, Capuano, Ferrigno e Gambardella che portano avanti da secoli la tradizione, la passione e l’arte presepiale.

Per quanto riguarda invece il complesso religioso di San Gregorio, è possibile visitare il chiostro del Monastero tutti i giorni, dalle ore 9.30 alle ore 13:00. Il costo del ticket di ingresso è di €4,00 che si riduce a €3 per le scolaresche fino ai 18 anni, ed è gratis per i bambini fino a 5 anni e per gli over 65.

Non dimenticare di visitare il nostro sito per poter usufruire dei nostri servizi di transfert privato o per programmare insieme a noi il tuo tour personalizzato che ti permetterà di vivere al meglio quest’esperienza unica a seconda delle tue necessità.