Parvin Afsar: donna, 33 anni e alla guida di un’impresa metalmeccanica italiana

0
151
Parvin Afsar

Cambio di rotta per Sitindustrie Valvometal

L’azienda di Valduggia (VC) specializzata nella produzione di valvole tailor-made per impianti energetici. Parvin Afsar, laurea in Ingegneria industriale, è ora alla guida di un’impresa di grande tradizione.

5 Febbraio 2019 – Parvin, terminati gli studi alla LIUC di Castellanza nel 2010, ha cominciato subito a lavorare per la Ital Parts Group fondata dal padre Mahmoud Reza Afsar. Da Project Manager in ambito commerciale, si è conquistata la fama di donna pragmatica e risoluta che l’ha portata sul podio di un’azienda appartenente al settore della Metalmeccanica, notoriamente conosciuto come un mondo al maschile. Ora è a tutti gli effetti la General Manager che detiene la maggioranza delle quote di un’impresa la cui sede operativa è situata a Valduggia (VC), splendido borgo medievale della bassa Valsesia, mentre gli uffici si trovano in un moderno complesso alle porte di Milano, Castano Primo.

210 importanti referenze nel Mondo sparse tra 59 Paesi, questi i  numeri di Sitindustrie Valvometal. Un Gruppo specializzato nella produzione di valvole custom made, una perfetta combinazione tra processi di fonderia e materie prime forgiate. Il successo dell’azienda si basa su un mix di gestione integrata della supply chain e del project management, sulla cura del prodotto made in Italy, sulla gestione puntuale delle consegne e la valorizzazione del know how artigianale in modo manageriale.

Parvin spiega così i motivi di tale ascesa: “La nostra è un’azienda di famiglia, la nostra forza sono i legami, il rispetto reciproco. Ho 35 dipendenti, la mia famiglia allargata. Ho il massimo rispetto per la loro vita privata e le loro famiglie, spesso infatti ci piace organizzare pranzi e cene aziendali anche con loro. Lavorando a progetto per importanti clienti esteri, i dipendenti possono gestire in autonomia il loro lavoro. I risultati si vedono, i miei impiegati sono soddisfatti e tutti assunti a tempo indeterminato. E’ nell’interesse reciproco un inserimento in azienda che sia formativo, che porti a sceglierci a vicenda. Non mi interessano assunzioni di sei mesi, noi puntiamo al rapporto duraturo”.

La storia di Sitindustrie Valvometal – Ital Parts Groupcomincia quando il padre di Parvin, Mahmoud Afsar, dopo la laurea in Ingegneria meccanica, dall’Iran si sposta in Europa tra Italia e Germania. Per amore si trasferisce nel nostro Paese negli anni ’80, sposa un’italiana, la madre di Parvin, e continua a lavorare nel settore della Meccanica. Nel ’97 fonda la Ital Parts Group e a fronte di una domanda crescente, per aumentare la capacità produttiva, acquisisce Sitindutrie Valvometal nel 2012. “Nonostante una contrazione del prezzo del petrolio, noi siamo rimasti a galla al contrario di molte aziende che sono state costrette a chiudere, merito del nostro metodo di lavoro. Ora punto al rilancio, ad un fisiologico ringiovanimento di questa azienda partendo dalla grande tradizione dell’eccellenza italiana per focalizzarmi sempre più sul modello organizzativo della gestione a progetto. I nostri clienti sono principalmente esteri, lavoriamo benissimo con l’Europa, il Medio Oriente e l’Estremo Oriente che ci fanno richieste estremamente specifiche. Noi realizziamo per i loro impianti delle vere e proprie opere d’arte meccanica”, dichiara Parvin Afsar. Tra i progetti dell’azienda c’è infatti quello di aumentare le collaborazioni esterne con fornitori e officine meccaniche per creare benessere a livello generale e non solo per l’azienda stessa.

Essendo Sitindustrie Valvometal all’inizio di un nuovo percorso, uno dei vantaggi della conduzione familiare è che le decisioni possono essere prese rapidamente, proprio come nel caso della nuova General Manager che ha dato il via a nuove ricerche di personale. Vorrei ricevere più candidature da parte delle donne, afferma Parvin Afsar. “So che questo è un settore prettamente maschile, ma le donne sono perfettamente in grado di emergere in quest’industria. E’ ormai noto come numerosi studi e ricerche dimostrino che le donne studiano più degli uomini, si laureano spesso meglio, ma alla fine fanno meno carriera e vengono pagate di meno. Non solo mi piacerebbe lavorare di più con le donne, ma mi rendo conto come la nostra zona, quella del Vercellese – storicamente famosa per la meccanica, la rubinetteria e il tessile -, attualmente risenta della mancanza di giovani periti meccanici. Non ci sono dubbi, il territorio ha risentito di questa scarsità di manodopera. Per questo sto lavorando a un nuovo progetto volto a coinvolgere gli studenti nel mondo della meccanica”.

Parvin nasce a Busto Arsizio e impara subito dal padre ad amare la meccanica, i motori e il commercio. Da lui apprende i valori di famiglia, la cura del prodotto e il rispetto per i dipendenti, i punti forti che differenziano Sitindustrie Valvometal dalle grandi aziende. Queste le motivazioni che l’hanno spinta a laurearsi in Ingegneria e a seguire, durante il corso, una Summer school negli Stati Uniti con focus sulla Supply chain e un’altra in Cina proprio sul Business cinese. Dopodiché, un master in Project management e sulla gestione delle PMI.

Una nuova General Manager, decisa e determinata sia nella vita sia nel lavoro. Non è un caso che la sua grande passione per i motori, per le moto in particolare, rispecchino il suo coraggio, la sua capacità di controllo, l’intraprendenza. Una continua spinta a migliorarsi e a cavarsela da sola al comando. “Guido tre Ducati: una 848, una Scrambler Icon Special – con cui ha vinto il Primo Premio nella categoria Scrambler del primo contest di Special su base Ducati, gareggiando contro altre donne e molti uomini – e una Streetfighter 1098 S. Amo le moto, mi considero una sostenitrice della meccanica italiana al 100%”, conferma Parvin. Non solo moto, ma anche arte e fotografia occupano parte della vita di Parvin Afsar, sua l’idea di festeggiare i 60 anni di Sitindustrie Valvometal con una splendida Monografia fotografica che mostra particolari e dettagli dei prodotti, insieme ad una concezione del processo produttivo visto da occhi nuovi, quelli di una General Manager che si prefigge di portare avanti l’azienda trascinandola ai vertici della leadership per competenza di gamma.

Per info:http://sitindustrievalvometal.com/