Isole del Golfo di Napoli, un arcipelago tutto da scoprire!

0
62
Isole del Golfo di Napoli

Se siete alla ricerca di una vacanza a portata di mano (o di nave!) e volete andare alla scoperta o alla riscoperta di un meraviglioso angolo d’Italia, le isole del Golfo di Napoli non possono che rappresentare una destinazione preferenziale. Le principali isole del golfo napoletano sono infatti un eccezionale arcipelago costituito da cinque isole situate a breve distanza dal capoluogo campano, a cui si aggiungono tante isolette minori, ad arricchire uno scenario di incantevole raffigurazione, e facilmente accessibile mediante traghetto – qui potete reperire le informazioni per la prenotazione con Caremar, Medmar, Alilauro, Snav e Nlg.

Per quanto concerne le isole principali di cui abbiamo compiuto un breve cenno, in ordine di estensione troviamo la splendida Ischia, con la località comunale omonima e con quelle di Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana e Barano d’Ischia, o la rinomata Capri, con Capri e Anacapri. C’è poi spazio alla più piccola Procida e alle meno estese Vivara, che fa parte del comune di Procida, e Nisida, che invece fa parte del comune di Napoli.

Geograficamente, vengono ricondotte all’interno dell’arcipelago del Golfo di Napoli anche gli isolotti minori, come quello del Castello Aragonese di Ischia, fuori Ischia Ponte, di San Martino, della Gaiola, alla punta estrema di Posillipo, di Megaride, di Rovigliano.

Come arrivare nelle isole del Golfo di Napoli

Arrivare nelle isole del Golfo di Napoli è sempre più facile e conveniente grazie al servizio di navigazione offerto dalle compagnie Caremar, Medmar, Alilauro, Snav e Nlg, che garantiscono i collegamenti da e per le isole dell’arcipelago.

Presso le biglietterie online abilitate sarà dunque possibile effettuare i principali passaggi della prenotazione, verificando la disponibilità per le date / giorni preferiti, controllare l’esattezza dei dati della prenotazione, e confermare il ticket indicando preferenzialmente un numero di cellulare utile per poter essere contattati dagli operatori nel caso di variazioni o modifiche della prenotazione stessa.

Successivamente, si potrà procedere al pagamento con carta di credito, PayPal, bonifico o bollettino postale (o al telefono, ma solo mediante la comunicazione dei dati della carta di credito). Il biglietto sarà così inviato tramite posta elettronica o, se la data di partenza non è troppo vicina alla data di prenotazione, a domicilio mediante corriere.

Al momento dell’imbarco sarà sufficiente portare con se i biglietti e i documenti di tutti i passeggeri (come una carta di identità in corso di validità) e i documenti dei veicoli (si pensi al libretto di circolazione originale di auto e motocicli). Nel caso in cui si rendesse necessario imbarcare un animale con voi, è bene portare anche i certificati di vaccinazione.

Per evitare incomprensioni e sanzioni durante il viaggio, è fondamentale conservare i biglietti per l’intera durata dello spostamento. È inoltre consigliabile presentarsi al luogo dell’imbarco almeno un’ora prima, o due ore prima nel caso di imbarco di un veicolo, o di picco di alta stagione. Sarà a quel punto sufficiente seguire le indicazioni del personale per incanalarsi nella giusta fila per l’imbarco.