Perché una buona dieta è benefica per gli anziani?

83
anziani

L’importanza dell’alimentazione negli anziani è necessaria per preservare il loro capitale sanitario per tutta la vita. Ma con l’età l’appetito diminuisce, e questo porta a una serie di conseguenze e ripercussioni sul corpo. Esaminiamo, seppure sinteticamente, perché la dieta negli anziani è di fondamentale importanza, così come le ragioni per cui è bene evitare i problemi inerenti alla sottonutrizione.

In linea generale, il garantire che i nostri anziani mangino bene è ancora altamente sottovalutato. Man mano che l’appetito svanisce nel tempo, l’effetto della sazietà negli anziani arriva molto più rapidamente. A poco a poco, senza rendersene conto, è così che rischiano la sottonutrizione, un fenomeno che può portare a molte complicazioni.

Queste, includono un aumento del rischio di malattie psicologiche e disturbi come depressione e ansia ricorrente, sistema immunitario indebolito e diminuzione dell’aspettativa di vita. Detto questo, è essenziale prestare particolare attenzione alla dieta degli anziani in modo che il loro apporto giornaliero di nutrienti sia sufficiente. Sfortunatamente, si ritiene ancora troppo spesso che sia normale che un anziano mangi molto poco. Ma, questo non è assolutamente vero, visto può danneggiare seriamente la sua salute. È anche importante sapere che con l’età, il gusto e l’olfatto tendono a svanire e questo ha l’effetto di diminuire il piacere che si sperimenta quando si mangia.

Ma, allora come poter garantire ad una persona anziana una dieta sufficiente ed equilibrata? La prima cosa importante da rispettare sulla dieta di un anziano, è dare loro almeno tre pasti al giorno. Questa routine aiuterà a calcolare meglio la quantità e potrà, inoltre, garantire un apporto adeguato in termini di calorie. Si dovrebbe, poi, sapere che il metabolismo rallenta con l’età e che il corpo tende a spendere meno energia. Tuttavia, è quanto mai sbagliato credere che sia necessario limitare il suo consumo di cibo. Questa cattiva pratica porta rapidamente a carenze significative che possono essere alla base dei disturbi sopra menzionati; è bene ricordare che alle persone anziane sono assolutamente necessari l’assunzione regolare dei pasti e la verifica del loro apporto calorico e nutrizionale.

Difatti, sarà proprio attraverso una corretta nutrizione degli anziani, che si potrà andare a consentire al loro corpo di ottenere i numerosi e diversi nutrienti di cui ha bisogno e cioè, le proteine, che si trovano nella carne, nel pesce, nei legumi e nelle uova. Come promemoria, si può accennare al fatto che le proteine sono nutrienti essenziali per il tessuto muscolare e il rinnovamento della pelle, nonché per la ricrescita di unghie e capelli.

Per la salute delle ossa, sarà anche necessario avere una assunzione adeguata di calcio e, perciò, anche una persona anziana dovrà consumare abbastanza latticini. Anche l’importanza della vitamina D non è trascurabile e può essere sintetizzata attraverso una breve esposizione al sole. Sarà anche necessario consumare abbastanza fibre ogni giorno, le quali si trovano principalmente in frutta e verdura.

Invece, legumi, come piselli e lenticchie, sono ottime fonte di carboidrati, come lo sono le patate, la pasta e il riso. Quando si tratta di lipidi, è consigliato concentrarsi sulle fonti di grassi monoinsaturi.

Una buona e benefica dieta per gli anziani, non vuol dire, necessariamente, che vengano ad essere eliminati tutti i dolci ma, piuttosto che li vada a mangiare in quantità ragionevole e occasionalmente. In poche parole, ci si dovrà ricordare che anche una persona anziana dovrà fruire di una dieta predominata da una diversità degli alimenti che dovranno essere assunti in quantità sana ed equilibrata. Anche perché, con l’età diminuisce la capacità del corpo di assorbire i nutrienti.

In tutto il mondo, anche nei paesi maggiormente sviluppati, gli anziani sono vulnerabili e a rischio di malnutrizione. Questo accade per diversi motivi. Ad esempio, non hanno più la motivazione per cucinare buon cibo, specialmente quando vivono da soli. In conclusione, per evitare una malnutrizione, viene, sempre, ad essere suggerito ad una persona anziana una dieta adatta che sappia, perciò fornire tutti gli input necessari per godere di una buona salute.